From The Blog

VISITA PASTORALE/ “Siate dei buoni tessitori”. L’incontro con il Comune di Venezia

Viene qui riproposto l’intervento del cardinale Scola pronunciato in occasione della Visita pastorale al Comune di Venezia il 17 novembre scorso...

Continua la proposta estiva attraverso la quale verranno forniti spunti di riflessione quotidiani secondo cinque diversi filoni tematici: Visita pastorale, Oasis 2011, Libri per l’estate, Film e Il Papa a Nordest.

Il mercoledì è il giorno dedicato alla Visita pastorale. Annunciata nel 2004 e conclusasi ufficialmente domenica 8 maggio 2011 alla presenza del Santo Padre, la Visita pastorale, si è svolta all’insegna di quattro grandi finalità e dimensioni della vita e della comunità cristiana: “rigenerazione  del popolo  cristiano  perché  sia  tutto teso  alla  missione,  attraverso  comunità  dall’appartenenza  forte; formazione di cristiani adulti, capaci di dare ragione della propria speranza (educazione al pensiero di Cristo); educazione al gratuito; apertura alle dimensioni del mondo che giunge fino a farsi carico dell’annuncio di Cristo a tutti i popoli” (cfr. Lettera di indizione della Visita Pastorale “Oggi devo fermarmi a casa tua. In fretta scese e lo accolse con gioia”).

In occasione della Visita Pastorale, inoltre, il cardinale Scola ha avuto modo di incontrare non solo realtà religiose ma anche realtà sociali, associative, economiche ed istituzionali del territorio.

 

VISITA PASTORALE – Viene qui riproposto l’intervento del cardinale Scola pronunciato in occasione della Visita pastorale al Comune di Venezia il 17 novembre scorso.

Il card. Angelo Scola, insieme ai suoi collaboratori, è stato accolto nella sala consiliare a Ca’ Farsetti dal sindaco, Giorgio Orsoni, insieme al presidente del Consiglio comunale, Roberto Turetta, la Giunta comunale, i consiglieri e una rappresentanza dei dipendenti del Comune.

Dopo gli interventi del presidente Turetta, del rappresentante dei dipendenti, Marco Agostini e del sindaco il Cardinale ha portato il proprio saluto a tutti i presenti.

[display_podcast]

Tags: